Esonerato Giordano, arriva Bolchi per salvare la faccia

“Il nuovo tecnico del Messina Bruno Bolchi detto Maciste”

Il F.C. Messina intorno alle 20.45 ha ufficializzato l’esonero di Bruno Giordano. Al suo posto è stato ingaggiato Bruno Bolchi detto “Maciste”, già sulla panchina giallorossa nella stagione 2002/2003 quando subentrò a Oddo alla 32a giornata traghettando il Messina verso una tranquilla salvezza. La decisione era nell’aria all’indomani della sconfitta pesante di Reggio Calabria ma, dovendosi disputare il match contro la Sampdoria appena tre giorni dopo, si è preferito attendere l’esito della gara di Genova. Bruno Giordano, al suo decimo esonero in carriera su un totale di dodici squadre allenate (record negativo difficilmente eguagliabile!), allontanato per la seconda volta (e si spera l’ultima) nella stessa stagione dal presidente Franza, ha concluso la sua carriera in serie A in modo indecoroso. Ha litigato con tutti fino a trovarsi completamente isolato: con i tifosi innanzitutto, poi con buona parte dei suoi giocatori e infine con i giornalisti insultandoli nel dopogara di Reggina – Messina. Era improponibile un suo ritorno in riva allo Stretto dopo la doppia trasferta di Reggio C. e Genova e, finalmente, il presidente Franza questo lo ha capito dandogli il benservito. Arrogante quanto incompetente, Giordano ha collezionato 15 sconfitte, 7 pareggi e 3 vittorie nelle 25 gare in cui ha guidato la squadra; numeri che farebbero arrossire chiunque, davvero imbarazzanti e che hanno fatto infuriare i supporters giallorossi che non hanno gradito, alcune settimane fa, il suo ritorno. Con “Maciste” Bolchi il Messina riacquista innanzitutto dignità e serietà al cospetto di tutta l’Italia sportiva pur restando ormai irraggiungibile quella salvezza che, ad inizio campionato, sembrava essere a portata di mano. “Dobbiamo terminare questa stagione dimostrando di essere uomini e battendoci fino all’ultima partita”, ha detto il nuovo mister che ha accettato di sedere sulla panchina del Messina esclusivamente per l’affetto e la stima (reciproca) che lo lega a questa città. A lui, dunque, vanno i migliori auguri per un finale di campionato che, seppur segnato dalla retrocessione imminente, può ancora salvare la faccia e l’onore della maglia. A Franza, svegliatosi troppo tardi e reo di non aver difeso quella messinesità che qualcuno ha tentato di umiliare, chiediamo di completare l’opera e allontanare senza cortesie l’altro soggetto responsabile del fallimento di questa stagione, cioè Marco Valentini che, al contrario, non sembra per nulla convinto di mollare l’osso!

Annunci
Published in: on 24 aprile 2007 at 00:13  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://informandonline.wordpress.com/2007/04/24/31/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Forse Franza aveva paura che venisse squalificato il san filippo e correva il rischio di non fare incassi con l’Inter? 🙂
    Almeno con Bolchi salviamo la faccia ma se non se ne va Valentini non cambia un bel niente!

  2. Il Messina non ha più nulla da salvare


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: