Caldo record al sud: Puglia +47°C, Sicilia +46°C

“In alcune località registrati valori mai toccati nella storia !”

Il 25 giugno 2007 resterà una data storica per la meteorologia italiana. Da trent’anni (era il 1982) non si registravano dati del genere, ma quei record sono stati adesso superati. Al sud Italia il termometro ha fatto registrare valori che, in alcuni casi, non si erano mai registrati prima almeno da quando scientificamente sono iniziate le rilevazioni meteo. Un esempio su tutti: Amendola (Foggia), in Puglia, ha toccato +47°C stracciando il record di giugno stabilito nel 1982 (+43.2°C) e abbattendo anche il record assoluto di caldo (+43.8°C nel luglio 1983). In Sicilia tutte le località costiere e dell’entroterra hanno superato i +40°C. Impressionante il dato di Augusta, in provincia di Siracusa: +46°C ! Messina si è attestata sui +43.4°C, il valore più alto di sempre del mese di giugno, sfiorato il record assoluto di caldo che per la città dello Stretto è di +43.6°C (era il luglio 1998). Mai nella storia si erano registrate temperature così alte a giugno nelle seguenti località siciliane, che riportiamo di seguito con a fianco la temperatura massima di oggi:

RECORD DI GIUGNO
Palermo Boccadifalco +44,0°C
Catania Sigonella +43,4°C
Messina +43,4°C
Pantelleria +42,6°C
Trapani +41,4°C
Cozzo Spadaro +40,4°C
Enna +37,2°C
Prizzi +37,0°C

Anche la Puglia è stata protagonista. Si tratta di record assoluti, cioè di valori termici mai registrati nella storia (non soltanto a giugno, come invece per gran parte delle località siciliane)

RECORD ASSOLUTI IN PUGLIA
Amendola 47.0°
( precedente di Giugno 43.2 nel 1982 )
( precedente assoluto 43.8° nel luglio 1983 )

Bari Palese 45.5°
( precedente Giugno 41.4 nel 1982 )
( precedente assoluto 44.8 nell’Agosto 1994 )

M.Ginosa 43.6°
( precedente Giugno 42.8° nel 2000)
( precedente assoluto 43.4)

Da mercoledì la temperatura subirà un deciso abbassamento portandosi sui valori medi stagionali. Attenzione però, “sui valori medi stagionali” significa che comunque, nelle ore centrali del giorno, i valori saranno compresi tra i 30°C e i 35°C un pò ovunque visto che siamo nel mese di giugno, anzi direi quasi di luglio, e l’estate è giusto che faccio il suo corso.

N.B. : I dati si riferiscono a quelli ufficiali registrati dall’aeronautica militare. Superfluo dire (ma forse è bene ricordarlo per i meno esperti) che la temperatura viene sempre misurata all’ombra !

Annunci
Published in: on 26 giugno 2007 at 01:10  Comments (3)  

G8 Genova, la polizia voleva insabbiare

“I muri della scuola dopo l’irruzione della polizia”

Non si può dimenticare perchè è morto un ragazzo. Non si può dimenticare perchè siamo in democrazia. Luglio 2001, a Genova si riuniscono i “Grandi del Mondo” ma il capoluogo ligure si trasforma in campo di battaglia. Circa 400 mila i manifestanti a cui si mischiano i temibili black bloc, tutti incappucciati sono lì principalmente per far danno, sfondare vetrine e bruciare le macchina. Le forze dell’ordine non sono preparate e si lasciano andare a reazioni spropositate: gente già immobilizzata picchiata a sangue, addirittura ragazze con le mani alzate violentemente manganellate. Sangue, tanto sangue per le strade e i poliziotti che infieriscono. Fino all’apice raggiunto quel maledetto 21 luglio quando Carlo Giuliani viene ucciso da un colpo di pistola sparato da una camionetta dei carabinieri circondata dai manifestanti. Sarà legittima difesa secondo i giudici. Si tratta, invece, di incompetenza, paura e impreparazione nel gestire momenti critici, secondo me. Un carabiniere non può non essere freddo e non può sparare ad altezza d’uomo se si sente minacciato. Non esiste, sarebbe consentito ad un comune cittadino in preda al panico, non ad un militare addestrato proprio per questo. Ma i fatti più gravi riguardano l’irruzione nella scuola “Diaz”. Un blitz studiato a posta per far male, per picchiare la gente tanto è vero che le prove sono state alterate (2 bottiglie molotov sequestrate, ma portate nella scuola dagli stessi poliziotti !). Gente che dormiva è stata picchiata selvaggiamente: costole rotte, calci in faccia, vomiti di sangue e teste spaccate. Ecco la polizia italiana, o meglio, ecco certi poliziotti che abusano del potere e non sono degni della divisa. Al processo (tutt’ora in corso) che vede alla sbarra 29 imputati tra le forze dell’ordine, c’è stato il colpo di scena. Michelangelo Fournier, all’epoca dei fatti vicequestore aggiunto del primo Reparto Mobile di Roma, ha cambiato versione e ha fornito ai giudici una agghiacciante testimonianza in riferimento all’irruzione nella scuola. “Durante le indagini non ebbi il coraggio di rivelare un comportamento così grave da parte dei poliziotti per spirito di appartenenza”. Ora, invece, dice la verità e racconta i pestaggi dei suoi colleghi: “Sono rimasto terrorizzato e basito – ha spiegato – quando ho visto a terra una ragazza con la testa rotta in una pozza di sangue. Pensavo addirittura che stesse morendo. Fu a quel punto che gridai: ‘basta basta’ e cacciai via i poliziotti che picchiavano”. Continuavano a picchiare una ragazza in fin di vita. Gente vigliacca, veri criminali autorizzati. E sempre in riferimento ai quei fatti, spunta la notizia dell’avviso di garanzia inviato a Gianni De Gennaro, il capo della polizia accusato di induzione e istigazione alla falsa testimonianza per la deposizione di Francesco Colucci (oggi accusato di falsa testimonianza), che nel 2001 era Questore di Genova. Se chi dovrebbe stare dalla parte della giustizia è accusato di voler insabbiare la verità . . .

Published in: on 22 giugno 2007 at 03:04  Lascia un commento  

Prevede il futuro . . . toccando il sedere !!!

“Leggere il fondoschiena per conoscere il futuro”

Altro che leggere la mano, tanto quella più o meno l’abbiamo tutti uguale, maschi e femmine, belli e brutti. In Germania un chiaroveggente prevede il futuro toccando il sedere dove, a detta sua e di chi se n’è convinto, esistono linee percettibili al tatto molto più significative di quelle della mano e per questo migliori per conoscere la nostra sorte. Le linee che partono dall’esterno dirette verso l’interno sono quelle del successo, della carriera e dell’abilità artistica; al contrario quelle che partono dall’interno rappresentano la vita in famiglia, la salute e la felicità. Anche la forma ha il suo significato: muscoloso e tondeggiante come una mela indica personalità dinamica e creativa, se invece somiglia più ad una pera allora siamo di fronte ad soggetto paziente ma inflessibile. E così via, perchè le combinazioni sono tante e le sensazioni che un fondoschiena può trasmettere davvero infinite. Cosa dire, sembrerebbe una trovata dal sapore napoletano tanto per far soldi ed imbrogliare la gente, ma vi assicuro che i clienti sono invece parecchi e di vario livello sociale, tutti pronti a farsi tastare il sedere per capire cosa la vita gli riserva. I problemi nascono per chi il fondoschiena se l’è rifatto perchè i trattamenti per essere perfetti prevedono la microabrasione dei glutei e le linee del futuro sono destinate a sparire. Dimenticavo, non vi ho detto nulla di lui ma se volete questo è solo un particolare. Si chiama Ulf Buck, tedesco di 39 anni, purtroppo cieco sin da bambino e questo, scherzi a parte, gli ha tolto i più bei piaceri della vita che solo la vista può regalare. Ma in qualche modo si è rifatto il simpatico chiaroveggente: non vede, però tocca, palpeggia e poi sentenzia ! Personalmente vi dico solo che avrei voluto essere suo socio in affari, anche se il futuro non lo so prevedere avrei potuto ovviare a questo dettaglio con la vista, alla fine avrei sentenziato anch’io ! In ogni caso l’ho sempre pensato, ma ora ho la conferma “scientifica” : nella vita ci vuole culo !!!

Published in: on 20 giugno 2007 at 16:52  Comments (1)  

F.C. Messina, Di Costanzo nuovo allenatore e Gasparin D.G.

“Il nuovo tecnico del Messina Nello Di Costanzo”

Adesso è ufficiale. Nello Di Costanzo è il nuovo allenatore del Messina, mentre Sergio Gasparin sarà il Direttore Generale. Marco Valentini, forte del suo contratto che lo lega ai giallorossi sino a giugno 2009, è stato declassato a consulente di mercato e il suo operato dipenderà dalla volontà di Gasparin. Inoltre, la società ha ufficializzato il budget di spesa per l’ingaggio dell’intero parco giocatori: 2,5 – 3 mln di euro.

 

SCHEDA DI NELLO DI COSTANZO: http://ve-sportal.zidev.com/schede/aadicostanzo.htm

SERGIO GASPARIN: è la storia del Vicenza. Ha trascorso 17 anni in biancorosso contribuendo alla storica vittoria della Coppa Italia della squadra veneta nel 1997, al raggiungimento della semifinale in Coppa delle Coppe nel 1998 e a numerosi piazzamenti Uefa. Le sfortune societarie del team hanno trascinato inevitabilmente anche Gasparin, che resta comunque un professionista di elevato spessore.

 

COMUNICATO UFFICIALE DEL F.C. MESSINA : http://www.mondomessina.it/news.asp?ID=1060

Published in: on 18 giugno 2007 at 21:12  Comments (2)  

Gran caldo in arrivo, previste punte di +40°C

“Attesa forte ondata di calore al Sud Italia”

Una straordinaria ondata di caldo colpirà il Sud Italia, e soprattutto la Sicilia, a partire da martedì 19 giugno e farà raggiungere al suolo temperature elevatissime, anche prossime ai 40°C nell’entroterra sardo e siciliano. L’aria sarà torrida (quella afosa è invece umida) con una percentuale di umidità bassissima costantemente sotto il 20%. I modelli meteo sono impietosi: la colonnina di mercurio si stabilizzerà su valori prossimi ai 35°C già dalle ore centrali di martedì 19 giugno e toccherà il picco nella giornata di giovedì 21 giugno quando in più località l’aria sarà irrespirabile e saranno raggiunti valori record. Colpa dell’alta pressione africana che ingloberà tutta l’Italia peninsulare già da lunedì senza allentare la morsa per tutta la settimana e favorendo la circolazione di venti meridionali; una vera e propria “lingua di fuoco” direttamente dal deserto africano. Il mare, per chi potrà permetterselo, sembra essere l’unica via di uscita per trovare un pò di refrigerio, ma non sarà consigliato restare sotto il sole nelle ore centrali della giornata. Tempo stabile, asciutto e molto caldo: le previsioni non sembrano promettere altro almeno fino alla fine del mese, anche se già dal 27 – 28 giugno la temperatura tornerà sui valori medi del periodo, comunque superiore ai 30°C. L’aspetto eccezionale di questa ondata di super-caldo è dato dalla durata: cinque o sei giorni consecutivi con valori termici costantemente elevati deve allarmare soprattutto anziani e bambini, categorie sensibili che potranno fortemente risentirne. Eventuali aggiornamenti saranno disponibili su questo blog.

Published in: on 17 giugno 2007 at 15:48  Lascia un commento  

Vincenzo Franza, indisponente show

“Vincenzo Franza, vicepresidente del F.C. Messina”

Uno spettacolo deprimente che getta nello sconforto più totale l’intera città, caratterizzato dall’arroganza e dall’aria di sufficienza mostrata dall’ospite e, aspetto ben più grave, da una incomprensibile sottomissione di conduttore (tra l’altro direttore) e giornalisti presenti. Si può riassumere così l’intervento televisivo di Vincenzo Franza, vicepresidente del F.C. Messina invitato da una emittente locale (TeleVip – Video Eolie) ad illustrare il futuro societario e ad analizzare criticamente la fallimentare stagione appena terminata. Uno show teatrale di bassa levatura! Franza ha voluto ostentare il suo sapere con battute fastidiose, continue ed autoreferenziali; i giornalisti presenti sembravano bambini continuamente bacchettati dal maestro, accusati a più riprese di non saper fare il loro mestiere, di non saper leggere i bilanci della società e addirittura di non essere competenti di calcio. Lo stupore cresce se si pensa, e lo garantisco io che li conosco personalmente, che si tratta di impeccabili professionisti, bravi, puntuali e mai inutili. In molti credo, tra giornalisti, tifosi e semplici cittadini, avremmo pagato chissà quanto per essere presenti in trasmissione e ribattere le affermazioni vuote di significato esternate da Franza. Non ha detto nulla di interessante, nulla di chiaro sul futuro giallorosso e non ha mai ammesso le responsabilità societarie seppur evidenti: insomma, uno spettacolo indecoroso condotto dall’ospite in modo arrogante, supponente, fastidioso, altezzoso e indisponente senza una controparte ficcante, apparsa più che altro imbambolata. Vincenzo Franza, da buon oratore, ha risposto così alla piazza, denigrando Messina e i messinesi come se lui le sue fortune le avesse costruite altrove. Bisognerebbe ricordare al “baronetto con la passione dei motori” che quella “orribile messinesità”, come la chiama lui, gli ha permesso di fare il padrone in riva allo Stretto ed è grazie a questa terra e a questa splendida gente che è riuscito a costruirsi una certa posizione economica, lui e famiglia! 

Published in: on 15 giugno 2007 at 16:09  Comments (1)  

Bush in Albania, qualcuno gli ruba l’orologio !

“George W. Bush a contatto con la folla subisce il furto del suo orologio”

Acclamato dalla folla lui sorride e si getta tra le braccia della gente, ma qualcuno in un attimo riesce a sfilargli l’orologio. Nessuno se ne accorge, la scorta non nota nulla nonostante siano lì proprio per questo. Le telecamere, però, evidenziano l’accaduto(http://www.youtube.com/watch?v=PKDdF6vfjoo): Bush, prima di avvicinarsi alla gente di Tirana che vuole toccarlo, ha sul polso sinistro un orologio con cinturino scuro. Dopo alcuni minuti, quando il presidente si avvicina alla macchina che lo sta per portare via, mentre alza ancora il braccio per salutare, ecco che sul polso sinistro l’orologio non c’è più. E’ evidente il segno bianco dell’abbronzatura (Bush, adesso sappiamo anche questo, prende il sole con l’orologio!) mentre qualcuno ha in mano questo importante ricordo. Il fatto è quantomeno inusuale, probabilmente è la prima volta nella storia che ad un capo dello Stato in visita venga rubato l’orologio. Due le riflessioni che appaiono necessarie: innanzitutto complimenti al ladro per il coraggio perchè è chiaro che, se qualcuno avesse notato il furto ed identificato il responsabile, le conseguenze sarebbero state pesanti; altro aspetto, ben più serio, riguarda la sicurezza: ovunque si muova il presidente degli Stati Uniti tutto si ferma, traffico bloccato, perquisizioni a tappeto, squadre antiterrorismo in azione, spazio aereo chiuso per l’intera giornata e città blindate. Bene, bravi. Forse è anche giusto visto che parliamo dell’uomo più potente della Terra e, per certi versi, uno tra i più odiati in assoluto almeno da certe frange. Ma come si può lasciare che una folla immensa quasi lo sommerga toccandolo ovunque, stringendogli la mano, addirittura baciandolo…??!!! Immagini, queste, andate in onda dopo la sua visita in Albania e che rendono chiara una cosa: non è per nulla difficile venire a contatto con il presidente degli Stati Uniti. I maleintenzionati ci sono sempre, stavolta gli è andata bene ed ha subìto solo uno stupido furto. Poteva esserci chiunque a posto di quel ladro, magari un terrorista o un semplice fanatico che invece di stringergli la mano e sfilargli l’orologio poteva avere una pistola o un coltello e compiere l’omicidio del secolo.

Published in: on 12 giugno 2007 at 02:18  Comments (16)  

Napoli e Genoa tornano in serie A

“Genoa (9) e Napoli (2), 11 scudetti in due!”

Dopo la Juventus, ecco rispettati gli altri pronostici: Genoa e Napoli a braccetto in serie A. Si è dovuto aspettare l’ultima giornata di campionato per conoscere i verdetti, ma la sorpresa più lieta è venuta dal campo di Piacenza dove la Triestina è riuscita a pareggiare l’incontro non permettendo così ai piacentini di accorciare sulla terza in classifica. Con almeno dieci punti di distacco tra la terza e la quarta, infatti, non si disputano i play-off di serie B e accedono in massima serie direttamente le prime tre in graduatoria. In pochi credevano nel tonfo casalingo del Piacenza e per questo Genoa-Napoli appariva come una gara d’altri tempi tra due formazioni di elevato spessore tecnico e due tifoserie, seppur gemellate, certamente in fibrillazione. Ai Partenopei, secondi in classifica, sarebbe bastato anche il pareggio mentre per i Grifoni l’imperativo era vincere per evitare la roulette dei play-off, a meno che il Piacenza non fosse andato oltre il semplice pareggio. E così è stato. Senza colpo ferire, nell’ultima mezz’ora le due compagini si sono accontentate di dividersi la posta in palio in attesa della fine della gara sul campo che più li interessava, quello appunto emiliano. Immensa è stata la gioia al termine della gara con invasione pacifica dei tifosi e l’arbitro costretto ad attendere che tutto tornasse tranquillo per fare disputare gli ultimi sessanta secondi di recupero. Al triplice fischio la festa si è scatenata. Il Genoa ha atteso questo momento per ben 12 anni, esattamente la metà per il Napoli che ha ricevuto anche un messaggio d’augurio da Sofia Loren e Diego Armando Maradona. Insieme hanno subito l’umiliazione della serie C, insieme adesso salgono sul gradino più alto. La serie A si fa grande, le squadre più blasonate del calcio italiano sono tutte lì e il campionato più bello del mondo è pronto a vivere una stagione da protagonista.

Published in: on 10 giugno 2007 at 22:24  Comments (1)  

Maria Grazia Cucinotta doveva essere rapita

“Il piano orchestrato circa dieci anni fa”

Rapire la famosa attrice Maria Grazia Cucinotta per un riscatto miliardario, il tutto mentre la donna tornava a Messina come, di tanto in tanto, è sua consuetudine visto che i parenti più stretti sono tutti residenti in Sicilia. Il piano era stato organizzato tra il ’97 e il ’99 ma i criminali non sapevano di essere ascoltati durante le loro conversazioni telefoniche. La Cucinotta, bella e brava attrice di fama mondiale, sarebbe stato il colpo del secolo e avrebbe fruttato parecchi soldi. Spesso infatti, per far visita ai familiari, la donna tornava a Messina, sua città di origine, e lo faceva senza scorta nè guardie del corpo per cui la preda appariva sin troppo appetibile. La gang dello Stretto, composta da Giuseppe Maniaci, Salvatore Micali e Giuseppe Cucinotta (che non è parente dell’attrice), è stata condannata dalla seconda sezione penale del Tribunale di Messina per reati commessi alla fine degli anni Novanta. Estorsione, detenzione di armi e sequestro di persone: questi i capi di imputazione che sono costati la condanna tra sette e cinque anni. Il tentativo di rapimento, ideato e progettato dalla banda, non è mai stato a conoscenza dell’attrice messinese.

Published in: on 6 giugno 2007 at 19:37  Lascia un commento  

Record mondiale, 11 giorni senza dormire

“In Inghilterra un uomo resta sveglio per 264 ore”

Ci sono record simpatici, magari anche invidiabili, altri però che lasciano a bocca aperta….anzi, ad “occhi aperti”. Un orticoltore inglese di 42 anni, Tony Wright, ha stabilito il nuovo record di ore senza dormire: ben undici! Esattamente è stato sveglio per 264 ore seguendo una dieta particolare e stando sempre in compagnia di amici per evitare il sonno. Tisane, frutta e verdura a tutto spiano, un bel diario sul quale scrivere le sue emozioni e i suoi pensieri e un biliardo per imbucare qualche palla, magari nel pieno della notte. I giorni passavano e lui, vigile e sveglio, aveva intorno tanti amici pronti a parlargli, a stimolarlo senza mai lasciarlo da solo. Stile “Grande Fratello”, Mr Tony è stato osservato dalle telecamere in ogni istante registrando il tutto in modo da certificare il suo record. L’uomo è convinto che i due emisferi cerebrali abbiano bisogno di differenti periodi di riposo e che, con una appropriata preparazione, si possa restare svegli senza problemi per periodi superiori alla settimana. Non sono mancati i momenti difficili come quando, a detta degli amici, pur coinvolto in discussioni interessanti rispondeva con frasi sconnesse e prive di senso. I colori, specie quelli troppo accesi, gli hanno creato problemi soprattutto nelle ultime ore dato che la vista, comprensibilmente affaticata, avrebbe preferito il buio della notte. Il suo record, comunque, non sarà riconosciuto dal guinnes dei primati perchè, in base al rigido regolamento, non sono ammesse performance che rechino danno al proprio fisico. E non dormire per 11 giorni, a detta di tutti i medici, nuoce gravemente alla salute.

Published in: on 4 giugno 2007 at 19:44  Comments (3)