Università di Messina: nuovi arresti, probabile commissariamento

“Per il ministro Mussi l’Ateneo messinese dev’essere commissariato”

L’Università di Messina è ancora una volta al centro di uno scandalo con presunte corruzioni, raccomandazioni e ingenti cifre intascate indebitamente. I nomi sono sempre gli stessi. Le mele marce restano, infettano l’ambiente e gettano fango sul nostro Ateneo. La sezione di Polizia Giudiziaria della Guardia di Finanza ha eseguito cinque ordinanze di custodia cautelare. Direttamente in carcere sono stati trasferiti il prof. Giuseppe Piedimonte, responsabile dell’area “progettazione” dell’Industrial Liaison Office (I.L.O.) e responsabile tecnico-scientifico del progetto L.I.P.IN, e il dott. Stefano Augliera, segretario amministrativo della suddetta struttura. Ai domiciliari, invece, si trovano Battesimo Consolato Macrì (Preside della facoltà di Veterinaria), Eugenio Capodicasa (funzionario amministrativo del Rettorato) e sua moglie Ivana Saccà, dipendente della società Unilav e in servizio presso l’I.L.O. Sono accusati, a vario titolo, di abuso d’ufficio, tentata concussione, falso in atto pubblico e di una serie di peculati diretti all’appropriazione di ingenti quantità di denaro stanziate dall’Università e dalla Regione per la realizzazione di un progetto scientifico mai portato a termine ! Soliti problemi, problemi mai risolti, risolti a volte ma solo in parte, apparentemente, per ristabilire un equilibrio nel malaffare che dura ormai da tanti (troppi) anni. Messina non cambia e non cambia innanzitutto perchè gli uomini al potere sono sempre gli stessi. O loro luogotenenti prefettamente addestrati. I coinvolgimenti sono ad alti livelli, i controllori non controllano e spesso sono complici. Situazione impossibile, che deve cambiare. Lo ha capito anche il Ministro dell’Università e della Ricerca Fabio Mussi che ha disposto l’avvio di una ispezione ministeriale nell’Ateneo messinese chiedendo al Consiglio di Stato quali poteri possa esercitare e quali provvedimenti possa adottare per far fronte agli episodi, gravi e diffusi, che vedono coinvolta la nostra Università. A suo dire la strada immediatamente percorribile è quella del “COMMISARIAMENTO”. Via tutti, via la testa (che è quella che puzza) per riportare ordine e legalità in una struttura razziata dai soliti noti. Sarebbe l’ora di far tremare qualcuno, sarebbe l’ora di finirla, sarebbe l’ora di voltare pagina !

Annunci
Published in: on 21 luglio 2007 at 00:45  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://informandonline.wordpress.com/2007/07/21/universita-di-messina-nuovi-arresti-probabile-commissariamento/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: