Messina calcio, l’11 agosto sarà serie D ?

Pietro Franza

E’ ormai tramontata ogni speranza di vedere giocare il prossimo anno il Messina in un campionato professionistico. Tutto fuori tempo massimo, nessuna fideiussione presentata, la sentenza quindi non poteva essere diversa. Il consiglio federale non ha accettato la richiesta di adesione al lodo Petrucci, adesso bisognerà partire dalla quinta divisione.
Per questo sono state presentate tre domande per l’iscrizione al campionato nazionale dilettanti. La prima dal gruppo Franza, che con il suo FC Messina spera di ripartire dal basso ma senza alcuna ambizione, l’obiettivo è quello di ripianare i debiti e non andare in fallimento. La seconda domanda è stata presentata da Giuseppe Rodi, colui che ha costituito l’FC Sporting Messina, società che sarebbe stata appoggiata dagli imprenditori milanesi guidati da Gianmario Cazzaniga, che comunque pare ancora intenzionato a far calcio in riva allo Stretto e per questo potrebbe anch’egli iniziare la grande scalata partendo dai dilettanti. Infine c’è Giovanni Carabellò, ex direttore generale dei giallorossi ai tempi di Aliotta. Ha presentato domanda di iscrizione alla serie D costituendo la società denominata Associazione Calcio Rinascita Messina, ma accanto a lui pare non esserci più Nicola Salerno. L’ex ds peloritano ha infatti ricevuto diverse richieste e potrebbe accettarne una in categorie superiori.
Tre domande, ma solo una potrà essere accettata. Il Football Club Messina dei Franza ha dalla sua i meriti sportivi acquisiti in questi anni, ma dall’altra parte c’è un bilancio pesantemente in rosso, quasi 30 milioni di euro di debiti, e non è quindi scontato che riesca ad ottenere l’iscrizione. Da vedere invece la concretezza delle altre due soluzioni. Intanto questa sarà l’ultima settimana di passione. Lunedì 11 agosto la FIGC deciderà quale domanda accettare. Ma bene che vada, appunto, sarà CND !

Published in: on 4 agosto 2008 at 13:56  Comments (1)