LEZIONI DI INGLESE

 
Hello guys,
I’m Snizhana and I’m an English tutor.
If you are interested in learning English with ease and motivation, I would love to help you.

The English learning process will be based on your needs – why you actually thought about learning or brushing up your English, whether you need to improve your English communication skills or writing skills or Grammar or English business communication or IT English – I know the ropes. I use a variety of materials within the class such as ebooks, videos, songs, games. You will get a flexible schedule as well as  entertaining and interesting classes.
My Methodology
First, I find out as much as I can about my student’s hobbies, work and interests. I believe that the most effective lessons are the interesting ones and we can learn the language through the things we enjoy.  
Second, I structure the lessons in accordance with student’s needs, such as vocab expansion, grammar, pronunciation, tech specialization and others.
Third, I continuously expand my knowledge and specialization to make my lessons more interesting and more effective.
I have been doing this for over 8 years.
Here I will tell you why I am better than tutors in your area. With me you will definitely have 100% English speaking environment. I will teach you to understand English and to be understood.
Preferred level of your English – Elementary
I won’t give you any certificate. However, I will give you knowledge you could practically use in your everyday life. So, it’s up to you what you want: a piece of paper or to be confident in a conversation with English speaking people (because at the end that’s what matters most).

Let’s do this!

For more info write me on my mail snizhok89@gmail.com

Published in: on 13 febbraio 2016 at 17:11  Lascia un commento  

CALCIO, LA SERIA A E TANTI SOLDI

SERIE A, QUANTO VALE OGNI POSIZIONE?

LA TABELLA:
(valori espressi in milioni di euro)
1° posto – 4,5
2° – 4,3
3° – 4,1
4° – 3,8
5° – 3,6
6° – 3,4
7° – 3,2
8° – 2,9
9° – 2,7
10° – 2,5
11° – 2,3
12° – 2
13° – 1,8
14° – 1,6
15° – 1,4
16° – 1,1
17° – 0,9
————
18° – 0,7
19° – 0,5
20° – 0,2

LA CHAMPIONS TI FA RICCO – Questo il valore in euro di ogni posizione. Poi, ci sono i soldi che arrivano dalla partecipazione alle coppe: soltanto partecipare alla fase a gironi di Champion League vale, per un’italiana, circa 8 milioni e 600 mila euro. Cui aggiungere il milione concesso dall’Uefa per ogni gara vinta e i 500 mila euro per i pareggi, oltre a incrementi nelle vendite al botteghino per una cifra che può oscillare tra i 3 e i 4 milioni di euro. Considerando anche il ricchissimo “market pool”, incassi da diritti tv che l’ente del calcio continentale ridistribuisce a fine manifestazione, solo partecipare vale almeno 30 milioni. Per questo arrivare secondi ed evitare la roulette dei preliminari è così importante per il Napoli. Passare anche il turno accedendo agli ottavi garantisce inoltre 3 milioni e mezzo in più, oltre a tanti altri soldi dalle tv: non un caso se la Juventus, a quel punto della manifestazione, aveva già messo a bilancio 42,8 milioni di proventi Uefa.

I SOLDI DELL’EUROPA LEAGUE – E l’Europa League? Mettere piede alla fase a gironi non vale moltissimo, appena 1,5 milioni di euro, ma rispetto al passato dà accesso al market pool televisivo (per la verità in Italia non di altissimo valore), che consente almeno di incrementare le entrate, che crescono passando alla fase ad eliminazione diretta. Incassi tra i 3-4 milioni arrivando ai quarti e 12 vincendo la coppa. Non abbastanza a sistemare i bilanci in rosso, ma sufficiente per pagare qualche stipendio pesante.

PARACADUTE PER CHI SCENDE – Retrocedere invece fa un po’ meno male, grazie al “paracadute” istituito dalla ripartizione diritti tv, che garantisce 15 milioni di euro ai club scesi di categoria ma rimasti in serie A per almeno tre campionati, 10 milioni per chi ci è rimasta due anni e 5 milioni in caso di un anno solo

(Repubblica.it)

Published in: on 1 maggio 2013 at 16:42  Lascia un commento  

Saponara, mai più 22/11/11

Il mio reportage del 22 novembre 2012 in occasione del primo anniversario della tragedia di Saponara, piccolo comune della provincia tirrenica di Messina. Morirono tre persone: Luigi e Giuseppe Valla (padre e figlio) e il piccolo Luca Vinci, di soli 10 anni

Published in: on 26 novembre 2012 at 01:12  Lascia un commento  

Giampilieri, 01/10/2009 – 01/10/2010

Il mio reportage realizzato il 01/10/2010 ad un anno dalla tragedia che ha colpito la zona ionica del messinese provocando 37 vittime

Published in: on 25 novembre 2012 at 20:43  Lascia un commento  

Rosario Crocetta, messaggio ai giovani siciliani

Palermo, 23 nov. (SICILIAE) – A conclusione dell’incontro con la stampa di oggi pomeriggio a Palazzo d’Orleans, il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta ha scritto un messaggio “Ai ragazzi e alle ragazze di Sicilia”. Questo il testo che il presidente rivolge ai giovani e agli studenti:”Nel giorno della cerimonia di insediamento avete organizzato un corteo che ha sfilato per le vie di Palermo.  Io Vi ringrazio per essere scesi in piazza per rivendicare il vostro diritto allo studio, fortemente negato in questa fase storica. Purtroppo qualcuno ha voluto trasformare il corteo in altro. Voglio che sappiate che e’ una Sicilia diversa e’ possibile. I principi ispiratori della mia attivita’ e le mie personali esperienze mi inducono a rassicurarVi sulle grandi energie che attivero’ al fine di dare risalto alle ricchezza delle Vostre esperienze, del Vostro studio, della Vostra inestimabile creativita’. Rivolgo anche il mio pensiero a tutti quei giovani che oggi, fuori dalla Sicilia e in tutto il mondo, svolgono con competenza e impegno attivita’ apprezzate nel pubblico e nel privato.Vi considero tutti ambasciatori del “Mind in Sicily”, ovvero di quelle capacita’ che la nostra isola da sempre genera, con un mix inimitabile di passione e intelligenza.

Questa terra, da secoli, e’ ricca di uomini e donne straordinari, che hanno lasciato un segno indelebile nelle arti, nelle scienze e nella societa’ civile. Affido a voi il compito di mantenere un forte legame con questi esempi di luminosa sicilianita’, costruendo un ponte ideale e concreto tra il grandioso passato e il radioso futuro che la nostra Isola merita. Anch’io credo, come Luigi Sturzo, che sia compito della politica “conservare e riformare”… e di riforme ne abbiamo gia’ avviate, per migliorare concretamente la nostra isola, di cui Voi siete parte integrante.

Sogno una Sicilia giovane, isola delle idee e delle conoscenze, aperta alla culture e alle innovazioni. Voi, giovani Siciliani, siatemi accanto, con il vostro e entusiasmo e la vostra tenacia possiamo realizzare il cambiamento che vogliamo”.

Published in: on 23 novembre 2012 at 20:57  Lascia un commento  

Quando Messina sfiorò il dissesto nel 1899

 

Tra corsi e ricorsi della storia cittadina, una  criticità  finanziaria come quella attuale, evidenziata ieri dal  commissario straordinario Luigi Croce, può ritrovarsi cento tredici anni fa. Sempre a novembre, quando, dopo l’elezione della Giunta municipale, il 7 novembre 1899, l’allora sindaco eletto Antonio Martino,  nell’insediarsi, enumerando i problemi che affliggevano la Città di quel tempo, indicò primo fra tutti, il “dissesto economico in cui versavano  le casse comunali”. Il 22 dicembre 1899 il sindaco Martino,  dimissionario con i tre assessori Giuseppe Chirico Cardillo, Giovanni  Patti  ed Angelo Marchese, attraverso un manifesto pubblico si rivolse  alla cittadinanza e scrisse tra l’altro: “Venuti, pochi mesi or sono,  all’Amministrazione attiva del Comune, ne trovammo in tale disastro le  finanze che nessun bilancio era possibile, il quale non fosse una  completa mistificazione, un inganno. Ci s’imponeva perciò una scelta: o  continuare ad ingannare il Paese, o proporre nuovi balzelli agli esausti contribuenti, o aprire al Comune nuove sorgenti di introiti,  municipalizzando grado a grado quei pubblici servizi, che ne sono stati  riconosciuti più suscettibili, e principalmente l’acqua potabile, la  luce, il dazio di consumo, sfruttati finora a danno vostro e a tutto  profitto di speculatori e affaristi…” Il 5 febbraio del 1900  fu  promulgato il decreto reale di scioglimento del Consiglio ed il 12  febbraio la nomina del Regio commissario Giulio Cacciò, che resto in  carica sino alle elezioni del 29 luglio 1900. Nella relazione che portò allo scioglimento del Consiglio, redatta dal comm. Carlo Chiaro,  dell’Ispettorato del Ministero dell’Interno, tra l’altro si evidenziava “una profonda disorganizzazione dei più importanti servizi pubblici e la distretta di gravi difficoltà finanziarie”. L’amministrazione  subentrante, che fu guidata  sino al 1903, sempre da Antonio Martino,  avviò una serie di provvedimenti di risanamento  e di rilancio economico della città.  (notizie tratte dal volume I protagonisti del palazzo di Città Messina  1861-2012 a cura di Attilio Borda Bossana pagg. 202-206)

Published in: on 13 novembre 2012 at 15:19  Lascia un commento  

Rosario Crocetta, il ritratto del nuovo Presidente della Regione Siciliana

Con l’insediamento a palazzo d’Orleans, prende avvio ufficialmente la presidenza di Rosario Crocetta. L’ex sindaco di Gela ed europarlamentare e’ il terzo presidente eletto direttamente dai siciliani.

Sessantuno anni compiuti l’8 febbraio scorso, Crocetta, sostenuto da Pd, Udc, Api e Psi, ha ottenuto il 30,5% dei voti alle scorse regionali. Il neo presidente della Regione e’ nato a Gela, citta’ di cui e’ stato consigliere comunale, assessore alla Cultura e poi alla Pubblica istruzione e, soprattutto, sindaco dal 2003. Carica questa che, dopo la conferma nel 2007, ha ricoperto fino alla sua elezione al Parlamento europeo, nel 2009.

Politicamente ha sempre militato nella Sinistra, aderendo al partito Comunista e, in seguito, a Rifondazione comunista e alla Federazione dei Verdi, fino all’approdo nel Pd, nel 2008, partito nelle cui liste e’ stato eletto al parlamento di Strasburgo, nella circoscrizione Italia insulare, con 150.091 preferenze.

La sua attivita’ professionale lo ha visto lavorare per l’Eni, in diversi paesi del mondo, e svolgere attivita’ di collaborazione giornalistica con testate come L’Unita’, Il Manifesto e Liberazione. Ha pubblicato nel 1997 la raccolta di poesie “Diario di una giostra” e nel 2006 il lavoro “Io ci credo. Gela, citta’ della legalita’”, che racconta la sua esperienza amministrativa come sindaco.

Parla 4 lingue: italiano, arabo, inglese e francese.

Un politico, Rosario Crocetta, noto per il suo costante impegno per la legalita’ tanto da finire nel mirino della mafia che per due volte, nel 2008 e nel 2010, aveva organizzato un piano per assassinarlo. Le indagini della magistratura hanno, inoltre, fatto luce su un progetto della stidda gelese che assoldo’ un killer per ucciderlo durante la processione dell’Immacolata del 2003.

Per questo, Rosario Crocetta vive protetto dalla scorta.

Tanti auguri Presidente !!!

Published in: on 9 novembre 2012 at 17:19  Lascia un commento  

Sugnu sicilianu…e mi ni vantu !!!

Sarà che un mandarancio è secondo soltanto al ficodindia
Sarà che alla notte di Halloween preferisco i “motticeddi”
Sarà che le sarde arrostite valgono più dell’aragosta
Sarà che anche se non vado al mare, mi basta vederlo
Sarà che se piove due giorni di fila mi manca l’aria

Sarà che se c’è una fila preferisco tornare l’indomani
Sarà che se un tizio mi ferma per strada ho sempre tempo per scambiare due parole
Sarà perché se sento passare un’ambulanza ci telefunu a me matri
Sarà perché lascio ancora le chiavi attaccate al quadro della macchina
Sarà che ogni occasione è buona per offrire il caffè
Sarà che sopravvivo anche senza il Mc Donald’s, il messicano, il cinese e il kebab
Sarà che pure passeggiare ogni settimana nell’isola pedonale può essere un’esperienza diversa
Sarà che va bene pure se al mio negozio mi dicono “pi pagari passu dumani”, anche perché di solito lo faccio io
Sarà che d’estate, per fare prima e bullarmi a mare senza a panza china, si pranza con una “menza con panna” (ovviamente con due brioches)
Sarà che quando a gennaio ci sono +10°C mi metto sciarpa, cappello e guanti esclamando: “Minchia du friddu”
Sarà che le catene non ho idea di come si mettano perché di catene conosce quelle per i motorini
Sarà che la domenica “a pasta cu zugu chi mulinciani” è praticamente un comandamento che rispetto rigorosamente dallo svezzamento
Sarà che il cono te lo fanno con la panna anche sotto senza che manco glielo chiedi, è proprio automatico
Sarà che il primo bagno lo faccio a pasquetta e l’ultimo a ottobre
Sarà che Sugnu Sicilianu…….. ca scoccia…..e mi ni vantu !!!
Published in: on 9 novembre 2012 at 00:57  Comments (3)  

Grillo a Messina: “Mandiamoli tutti a casa” !

Servizio di Emanuele Canta

twitter: @EmanueleCanta

Published in: on 27 ottobre 2012 at 14:43  Lascia un commento  

La vita è troppo bella !

Ho perdonato errori quasi imperdonabili,
ho provato a sostituire persone insostituibili e dimenticato persone indimenticabili.

Ho agito per impulso, sono stato deluso dalle persone che non pensavo lo potessero fare, ma anch’io ho deluso.
Ho tenuto qualcuno tra le mie braccia per proteggerlo; mi sono fatto amici per l’eternità.

Ho riso quando non era necessario, ho amato e sono stato riamato, ma sono stato anche respinto.
Sono stato amato e non ho saputo ricambiare.

Ho gridato e saltato per tante gioie, tante. Ho vissuto d’amore e fatto promesse di eternità, ma mi sono bruciato il cuore tante volte !
Ho pianto ascoltando la musica o guardando le foto. Ho telefonato solo per ascoltare una voce.

Io sono di nuovo innamorato di un sorriso. Ho di nuovo creduto di morire di nostalgia e…ho avuto paura di perdere qualcuno molto speciale (che ho finito di perdere)…ma sono sopravvissuto ! E vivo ancora ! E la vita non mi stanca…e anche tu non dovrai stancartene. Vivi ! E’ veramente buono battersi con persuasione, abbracciare la vita e vivere con passione, perdere con classe e vincere osando, perché il mondo appartiene a chi osa !

La vita è troppo bella per essere insignificante … !

Charlie Chaplin

Published in: on 27 ottobre 2012 at 01:11  Lascia un commento